Il bambino in bicicletta - Racconto
 
Stai leggendo il giornale digitale di Istituto Tecnico Economico e Tecnologico Tito Acerbo su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

Il bambino in bicicletta

Racconto

Si girava la penna tra le mani. Enrico guardava fuori dalla finestra del suo ufficio. Navigava nella noia con un battello alimentato da sbadigli. Dopo la pausa pranzo non ne voleva sapere di riprendere a lavorare. Rifletteva sull’inutilità della vita che stava facendo. 

Non poteva fare a meno di distrarsi e guardare cosa accadeva nel mondo reale, fuori dalla finestra. Era la sua unica via di fuga da quell’ufficio asettico. Il suo capo, Alessio, si avvicinava a passo svelto. Si sentiva la sua voce squillante e rumorosa mentre parlava al telefono.

«No, ti prego! Non venire da me», pensò Enrico.

«Ascolta Enrico ci sono dei pagamenti urgenti da fare ai fornitori, ti ho mandato tutto via email», esclamò Alessio spalancando la porta dell’ufficio.

«Si ora lo faccio».

«Devo andarmene urgentemente, oggi è il compleanno di mia moglie e devo andare a ritirare la torta, mi raccomando quei pagamenti».

«Sarà fatto».

Alessio uscì sbattendo la porta e si allontanò a passo svelto. Enrico continuò a girarsi la penna tra le mani per poi lasciar cadere la testa sulla scrivania. Il collega che lavorava nel suo ufficio ormai non gli chiedeva neanche più se stava bene. Quello era un tipo che non spostava mai lo sguardo dal monitor e lo infastidiva il fatto che lui non avesse voglia di lavorare.

Enrico tornò a guardare fuori dalla finestra con la stessa penna che gli girava sempre più veloce tra il pollice e il medio. C’era traffico quel giorno, un traffico infernale. Un ragazzino in bicicletta stava per attraversare la strada. Enrico pensava che potesse vivere nelle case popolari lì vicino, spesso si vedevano delle cose alquanto strane dalla finestra. Come quella volta di due ragazzi su un Booster che trainavano un cavallo nero. Fu molto divertente per Enrico che si annoiava terribilmente, come sempre del resto.

Mentre il ragazzino era sulle strisce pedonali appena sbiadite passò Alessio con la sua BMW X5 nero lucido. Andava sugli ottanta chilometri orari e non diede segno di voler rallentare. Investì il ragazzino in pieno e inchiodò stridendo i freni. Scese dall’auto lasciando la portiera aperta. I passanti e gli altri automobilisti si avvicinarono al luogo dell’incidente. C’era una pozza di sangue che si espandeva in fretta e la bicicletta era diventata un rottame indefinito. Il ragazzino non era messo affatto bene. Alessio si mise le mani ai capelli. A Enrico cadde la penna per terra facendo un bel tonfo. Il suo collega lo squadrò innervosito.

«Credo che non andrà a prendere la torta per la moglie» pensò Enrico.


Angelo Di Fonzo



Condividi questo articolo





edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi