A UN MESE DALL’ATTENTATO DI STRASBURGO - Una nostra alunna racconta
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Istituto Tecnico Economico e Tecnologico Tito Acerbo su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    A UN MESE DALL’ATTENTATO DI STRASBURGO

    Una nostra alunna racconta

    A circa un mese dall'attentato di Strasburgo intervistiamo Francesca Lella, un'alunna dell'Istituto Tecnico “Tito Acerbo” di Pescara, che si trovava a Strasburgo il giorno del tragico evento. 

    Francesca si trovava in quella città francese perché vincitrice del trentunesimo premio internazionale dell’Associazione “Movimento per la vita” nella categoria scrittura. 

    Intorno alle venti si trovava insieme agli altri ragazzi vincitori e agli accompagnatori in un ristorante a circa 200 metri dai mercatini di Natale della città quando iniziò ad avvertire l'agitazione da parte di altri clienti che erano lì a cenare. In pochi minuti realizzò la situazione e la sua calma si trasformò in agitazione soprattutto a causa delle innumerevoli chiamate dei suoi cari preoccupati per la sua incolumità. Riuscì ad uscire dal ristorante solo a mezzanotte ma a causa di un malinteso provocato dalle urla di un passante, lei, insieme al resto del gruppo con cui viaggiava, presi dallo spavento, si recarono nuovamente nel ristorante. Chiarito il malinteso si recarono verso il pullman per far ritorno all'Hotel.

    Il giorno seguente riuscirono comunque a visitare il Parlamento Europeo, visita programmata già in precedenza, e a fare un giro per la città anche se i negozi erano ancora chiusi e vi erano numerose guardie armate. 

    "È stato molto toccante vedere sparsi per terra numerosi fiori e candele e sono stata colpita dalle numerose macchie di sangue ancora presenti" afferma la ragazza ricordando i suoi ultimi momenti in quella città dopo il tragico accaduto.

    "Nonostante tutto ho cercato di rimanere il più calma possibile, perché in una situazione del genere era la cosa migliore da fare. Ripensare a quei momenti e alle vittime che quella notte hanno perso la vita suscita in me tristezza ma mi sento anche fortunata perché, ripensandoci, solo un'ora prima stavo girando per i mercatini con il sorriso sulle labbra, con aria serena e spensierata."

    Questo fatto, come tanti altri che in questo periodo succedono al mondo, devono farci riflettere sull'importanza della vita e sulla sua imprevedibilità come un attimo prima sei una semplice studentessa che grazie a un concorso riesci ad arricchire il tuo bagaglio culturale visitando una delle città più importanti d'Europa e l'attimo dopo ti trovi vittima di una dei tanti atti di malvagità dell'essere umano. 

     

    di Serena Morretti


    Parole chiave:

    #attualità , #strasburgo , #titoacerbo

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi